domenica 28 agosto 2011

Aperitivo "Vive la France!"


Hmmm...giornata uggiosa...l'ennesima. Come dico spesso, non ho mai visto un inverno freddo come un'estate in Olanda! Io il caldo non lo sopporto: a 24° gia' boccheggio, a 30° arranco e sbuffo come se andassi in salita con dei pesi alle caviglie, oltre i 30° ho i miraggi come se mi fossi persa nel deserto....pero' tutta questa pioggia, questo vento, questo freddo, sapendo che siamo ancora in estate, un po' mi deprimono. Una via di mezzo no? 


Comunque, conseguenza di questo cielo grigio e gonfio di nubi, sonnolenza perenne e svogliatezza pesante. Cucinare? Bleah!! Ma il maritino sostiene di avere un certo languorino...vabbe', apriamo il frigo....guarda cos'abbiamo qui: i due pezzi forti del bottino francese!! La terrina di coniglio e il foie gras che ci ha regalato Bastian...ho ancora due fichi belli grossi, poi ci sono le marmellate che ho fatto ieri, la creme fraiche, il pane c'e', il grana pure....ma mettiamoci anche il pan di spezie, va...gia' che ci siamo.

Pelo i fichi, mica completamente, non scherziamo, la buccia e' la parte piu' buona. Li spezzetto e li metto in un pentolino coperti d'acqua e aggiungo un cucchiaio di zucchero e una spruzzatina di limone: diventerano la composta da servire col foie gras. Accendo il grill per far abbrustolire le fette di pane bianco e anche due fette di pan di spezie. Tolgo il foie gras dal frigo, per dare il tempo alla gelatina che lo avvolge di ammorbidirsi, altrimenti non esce dal barattolo. Lottiamo in due, il maritino ed io, per avere la meglio sul vasetto della terrina di coniglio che non vuole proprio saperne di aprirsi. Alla fine vinciamo noi. Lo metto a scaldare a bagno maria, sara' piu' facile spalmarlo sui crostini di pane. Solo soletto? Che malinconia....col coniglio ci stanno bene le patate, ma non c'e' tempo.....ne lavo una e la faccio a fettine con tutta la buccia, le spennello d'olio, cospargo di sale, pepe e una spolveratina di timo. Padella antiaderente, coperchio, fiamma dolce. Sistemate. Altra padella sul fuoco: spolveratina di grana grattugiato, lascio che si squagli e che i bordi scuriscano un po', poi via dal fuoco, fuori dalla padella con una spatolina e sul tagliere, ne ricavo dei triangoli. Prendo 4 bicchierini e faccio degli strati alternati di creme fraiche e delle marmellate di mele e pere e poi ci infilo i triangolini di formaggio croccante. La composta intanto e' pronta, le do' una frullatina per omogeneizzarla un po' e la metto in un vasetto di vetro.

La terrina e' calda al punto giusto, le patate sono cotte, tosto le fette di pane e quando sono pronte, ci spalmo sopra il coniglio e guarnisco con una fettina di patata piegata in quattro.

Tosto anche due fette di pan di spezie, ne ricavo dei quadratini, estraggo il foie gras dal suo barattolo, lo taglio a fette e poi anche lui in quadratini della stessa dimensione del pan di spezie. Spiedini da cocktail, pan di spezie, foi gras, pan di spezie...et voila'!! Tolgo dal frigo il vino: Montbazillac. E' il tipico vino da abbinare al foie gras, simile ai nostri passiti. Si ottiene da uve lasciate appassire fino all'autunno sulla vite, quindi e' dolce, profumato, fruttatissimo e si serve molto freddo. Lo producono, ormai da alcuni secoli, nella regione di Bergerac, in Dordogna.

Niente pranzo della domenica, oggi. Stuzzichini alla francese:


Crostini con terrina di coniglio e patate



Spiedini di pan di spezie e foie gras con composta di fichi



Verrines di creme fraiche, marmellate e grana croccante


Bon appetit!


12 commenti:

  1. ME-RA-VI-GLIO-SO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. valigiasulletto28 agosto 2011 21:58

    GRA-ZIE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. bon appetit!!!!!! e..... noi??????

    RispondiElimina
  4. valigiasulletto29 agosto 2011 00:30

    e vabbe', quando arrivo ve li faccio......

    RispondiElimina
  5. mo mi sento svenire... golaaaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  6. valigiasulletto31 agosto 2011 10:52

    Se e quando ci ritroveremo, ti preparo una cenetta coi fiocchi. Un abbraccio cara

    RispondiElimina
  7. Marianna Fontana31 agosto 2011 11:55

    Anche per coloro che odiano la Francia e i francesi adesso c'è una possibilità di redimersi...Roby sei fantastica!!!

    RispondiElimina
  8. valigiasulletto31 agosto 2011 12:18

    Chi odia i Francesi e la Francia, e' stato solo un paio di giorni a Parigi. In campagna, e la Francia e' quasi tutta campagna, la gente e' cordiale, gentile e generosa....ma forse quelli che ho conosciuto io, non sono appassionati di calcio....

    RispondiElimina
  9. Risposte
    1. Grazie!!...ma e' facile quando hai tutti i prodotti giusti a portata di mano...

      Elimina
  10. Ricordavo di aver gia' letto questo post e adesso lo stavo commentando, quando vedo il mio comm! A distanza di 7 mesi ti rinnovo i complimenti, questo aperitivo mi stuzzica assai! Cosi come tutto quello che cucini e che scrivi, complimenti roberta!
    Un abbraccio, nicole

    RispondiElimina
  11. ....e io, a distanza di un anno dal tuo commento, ti ringrazio!!...scusa, mi era sfuggito...

    RispondiElimina